CONDIVIDI

Si chiama Trident Iceni ed è l’auto che si appresta a diventare il diesel più veloce al mondo. Il piccolo costruttore inglese Trident Sports Car Ltd ha presentato la sua supercar con i suoi 306 km/h dichiarati e uno scatto da 0 a 100 km/h in circa 3,8 secondi.

Nel 2013 Alpina avevano realizzato la D3 Bi-Turbo (partendo da una BMW Serie 3), che raggiungeva i 278 km/h, ma oggi la Iceni supererebbe di parecchio il record della germanica.

Questa supercar a due posti monta un motore V8 6.6 Litri alimentato a biodisel che eroga una potenza di 400 Cv e una coppia di 949 Nm. Ma alla base possono essere aggiunti altri pacchetti che ne aumentano la potenza, come il Performance Pack (13.700 euro) che porta i cavalli a 436 e la coppia a 1.288 Nm ed il ben più estremo Track Pack (37.500 euro) che garantisce ben 669 cavalli e una mostruosa coppia di 1.424 Nm.

Da dove esce questa coppia esorbitante? La Iceni monta uno speciale “moltiplicatore” di coppia brevettato dai due fondatori della Trident, Phil Bevan e Daniel Monaghan. A detta dei due questo sistema aumenta notevolmente l’efficienza del motore e garantisce un risparmio del carburante stimato nel 20%.

La Casa garantisce che l’auto è in grado di percorrere circa 3000 km con un solo pieno, consumando poco più di 4 litri di carburante (anche cherosene o oli vegetali vari) ogni 100 km nel ciclo misto. I cosumi, forse un pò ottimisti, sarebbero di circa 24 km/litro, grazie anche ai regimi molto bassi a cui può girare il V8 (solo 980 giri a 115 km/h).

L’auto è disponibile in 3 versioni: GT con tetto aperto tipo “Targa” (o ”T-top”), Magma (coupé fastback) e Venturer (con coda lunga tipo Sportbrake). Tutte montano di serie cambio automatico a sei marce, aria condizionata, alzacristalli e sedili elettrici, radio CD/MP3/DAB con connessione Bluetooth e le personalizzazioni sono quasi infinite, vista l’artigianalità del modello. Il prezzo, un pò salato, ammonta a 96.000 sterline, circa 117.000 euro.