CONDIVIDI

Doveva succedere prima o poi: il sistema di infotainment della Tesla Model S, con quel grosso schermo/tablet era troppo invitante per non essere utilizzato anche per “altri” scopi che non fossero più o meno inerenti alla guida. E allora mentre la “piazza” si scontra riguardo la sicurezza stradale, in particolare dopo gli incidenti dovuti alla pokemon go mania ed a quello mortale e (ancora) misterioso che ha coinvolto una Tesla Model S mentre era in modalità di guida autonoma, qualcuno ha pensato bene di unire queste due possibili fonti di pericolo in una : catturare Pokemon mentre l’auto si guida da sola.

A riuscire nell’impresa è stato Jeff, editore del magazine d’intrattenimento online Pink Java Media, che ha hackerato il tablet di bordo della Model S per poter far funzionare Pokemon Go. Lo “smanettone” non ha spiegato come ci sia riuscito, ma secondo noi potrebbe aver sfruttato un emulatore per MacBook, riportando poi le funzionalità sul tablet interno della Model S. A conferma di questa ipotesi c’è anche il fatto che, a detta di Jeff, il display lasci fuori dal campo visivo alcune porzioni della mappa di gioco, indicando inconvenienti di risoluzione nel tramite MacBook-Tablet.

 

dmca-badge-w100-2x1-03 Hacker modifica una Tesla per catturare Pokemon in guida autonoma