CONDIVIDI

Sono passati oramai due anni da quando Alfa Romeo ha deciso di tornare a far parlare prepotentemente di se e a fare la voce grossa nei confronti dei marchi premium tedeschi, grazie alla Giulia. Da quel giorno è stato un susseguirsi di manifestazioni di giubilo, elogi sperticati e dichiarazioni d’amore da parte di giornalisti del settore e appassionati. Non sono mancati tra gli stessi anche haters o scettici, ognuno con le sue motivazioni. Passato l’entusiasmo iniziale, noi di Auto Addicted abbiamo voluto finalmente passare sotto le nostre grinfie la Giulia per vedere se è realmente all’altezza della concorrenza Teutonica e sa ha le carte in regola per farci battere il cuore anche nella versione Turbodiesel oggetto del test. Per scoprire com’è andata, non vi resta che guardare il video qua sotto.

SPECIFICHE TECNICHE
Motore 2.2 JTDm (2143 cm³, 4 cilindri in linea, DOHC 16 valvole)
Alimentazione Diesel
Potenza massima 180 Cv (132 kW) @ 3750 giri/min.
Coppia massima 380 Nm @ 1750 giri/min.
Trazione Posteriore
Accelerazione (0-100 km/h) 7.2 sec.
Velocità massima 230 km/h
Cambio Manuale a 6 rapporti
Freni A disco sia anteriori che posteriori
Serbatoio carburante 52 litri
Pneumatici Anteriori: 225/45 R18 – Posteriori: 255/40 R18
Peso 1524 Kg (a pieno carico)
Lunghezza 464 cm
Larghezza 186 cm
Altezza 144 cm
Passo 282 cm
Volume bagagliaio 480 litri

 

 

CI PIACE NON CI PIACE
Tenuta di strada – Praticamente è piantata sull’asfalto. ESP non disinseribile – Da un’ Alfa Romeo a trazione posteriore non ce lo saremmo mai aspettato.
Piacere di guida – Non ti va mai di scendere. Finiture – Non sono male, ma su qualche assemblaggio non siamo ancora al pari delle tedesche.
Consumi – Accettabili pensando che il motore è 2.2 cm3 da 180cv. Visibilità posteriore – Dovrete fidarvi degli aiuti elettronici, dal lunotto si vede poco (oltre a non avere il tergicristallo).

 

PANORAMICA RECENSIONE
Design
9.5
Comfort
8
Freni
8.5
Consumi
7.5
Prezzi
7
Fattore WOW
9
Prestazioni
8
Fra le curve
9