CONDIVIDI

Il SUV-Crossover più apprezzato nella storia di Kia si rinnova sotto tutti gli aspetti: estetica, finiture, dotazioni e offerta di motorizzazioni.

L’estetica beneficia della nuova griglia frontale a nido d’ape, delle nuove luci posteriori a LED (di serie sulla versione top), degli inediti cerchi in lega da 17 e 18 pollici e della nuova antenna “shark fin” sul tetto (a seconda delle versioni).

All’interno i miglioramenti riguardano l’uso esteso di materiali soft-touch nella plancia e nella parte superiore dei pannelli porta, mentre, nella versione top, esordisce un’inedita selleria in pelle chiara che massimizza la percezione “premium”.

La nuova Sportage risulta ancora più tecnologica grazie al nuovo cruscotto Supervision Cluster (disponibile a seconda delle versioni) che integra un display TFT da 4,2 pollici ed allo schermo LCD a colori da 4,3 pollici con tecnologia touchscreen dedicato alle funzioni del Kia Media Box al centro della plancia e funge da display per la telecamera posteriore.

Anche il sistema audio Infinity Premium Sound System non va sottovalutato, disponendo di amplificatore separato e 7 altoparlanti (2 tweeter, 4 midrange e un subwoofer) per ottenere il massimo di qualità sonora all’interno dell’abitacolo.

L’attenzione per la qualità di viaggio e di vita a bordo si manifesta con alcune migliorie orientate alla riduzione dei livelli di NVH (Noise Vibration Harshness; rumori, vibrazioni, ruvidità), come il nuovo parabrezza isolante con struttura sandwich dove un film antivibrazioni è inserito fra gli strati di vetro in modo da isolare maggiormente l’abitacolo e ridurre la rumorosità aerodinamica..

Riguardo la parte meccanica sono state implementate importanti novità tecniche: il sottotelaio anteriore non è più imbullonato ma è fissato alla scocca attraverso supporti elastici, la nuova barra antirollio anteriore ammorbidisce l’assorbimento delle asperità e riduce la tendenza al sottosterzo, i nuovi ammortizzatori hanno tarature che migliorano il bilanciamento e la sensazione di controllo e le molle posteriori sono state leggermente irrigidite per adattarsi meglio alla marcia a pieno carico o in caso di traino.

La versione 2WD (2 ruote motrici) è offerta nelle versioni Active, Cool e Class, con tre motorizzazioni: 1.6 GDI a benzina a iniezione diretta, 1.6 EcoGPL e 1.7 CRDi diesel.

Mentre la versione AWD, con trazione integrale a controllo elettronico, è presente con tre allestimenti diversi (Pure, Feel e R Rebel) e con il noto propulsore diesel 2.0 CRDi nelle versioni da 136 e 184 CV di potenza, sia con cambio  manuale, sia automatico.

ECOGPL+

Mentre la versione GPL è caratterizzata dall’innovativo sistema a iniezione diretta di gas LDI (LPG Direct Injection) che migliora il risparmio di carburante e riduce al minimo le emissioni nocive. La base di partenza è il motore 1.6 GDI a iniezione diretta di benzina che è stato modificato nell’impianto di alimentazione. Con l’impianto LDI il GPL viene iniettato direttamente in ciascun cilindro dai singoli iniettori allo stato liquido, esattamente come avviene per la benzina, e l’innovazione comporta una serie di vantaggi funzionali:

– la possibilità di avviare il motore direttamente a GPL (con risparmio di benzina)
– riduzione drastica delle emissioni di particolato
– riduzione delle emissioni di CO2 (circa il 10% in meno)
– riduzione delle emissioni di HC e CO a freddo
– eliminazione della possibilità di emettere residui di gas allo scarico.

I prezzi vanno da un minimo di 20.250€ ad un massimo di 25.750€ per la 2WD e da 27.250€ a 36.250 per la 4WD.