CONDIVIDI

Affrontare un giro alla Nordschleife è impegnativo di suo, completarlo in 6’57”, per un’auto stradale è un’impresa. Un’impresa anche se si parla di Porsche e del modello, la 918 Spyder, che insieme a LaFerrari e McLaren P1 rappresenterà il top della tecnologia applicata alle supercar e alle 4 ruote in generale. Nello specifico parliamo di un “mezzo” dotato di V8 4.6 litri ad albero piatto (i più attenti riconosceranno il sound tipico) capace di erogare 608 cv, unito a due motori elettrici sull’asse anteriore da 95 kw e uno su quello posteriore da 115.

Tutto questo si traduce in 887 cv e qualcosa come 1280 Nm, con regimi di rotazione prossimi a quota 9000.

Impressionanti le conseguenze di questo “armamentario”:0-100 2″8,0-200 7″7,0-300 in 22″ netti, con una punta di velocità massima di 345 km/h,tutto ciò unito ad un interessantissimo e ottimistico consumo medio dichiarato di 3,3 litri per 100km.