CONDIVIDI

Ho provato questa Smart forfour a Fregene con una temperatura ambientale pari a 34 gradi: vi dico subito che il condizionatore funziona. La versione del test è la smart forfour sport edition #1 con un propulsore tre cilindri aspirato da 999cc che genera 71CV a 6.000 giri e 91Nm di coppia a 2.850 giri unito al nuovissimo cambio automatico doppiafrizione twinamic a 6 rapporti. Anche se per un’attimo alcuni di noi, e naturalmente io, abbiamo sbagliato strada e sembrava che stessimo facendo una spedizione in territori inesplorati stile Overland (vedi foto sotto), la prova è andata più che bene.

Smart forfour 70 CV twinamic: prova su strada

Come va questa smart?

Girando con una smart in città ci si sente un pò come un leone nella savana, sembra di stare nel proprio territorio, ed anche se questa forfour è più lunga della Smart “originale” a due posti il feeling è lo stesso. Ciò inficia molto lo stress da guida (chi ha mai guidato nelle grandi città mi può capire). Il consumo è basso aggirandosi tra i 4,6 e i 5,4 l/100km nel misto, anche se non era difficile immaginarselo, quanto voleva bere un 999cc aspirato? Il raggio di sterzata è di soli 8,65 metri, un parametro interessante pensando che la vecchia Smart fortwo richiedeva 8,75 metri. Una pecca potrebbe essere la coppia di soli 91Nm, che rende le accelerazioni e le ripartenze non proprio scattanti, ma che comunque garantisce una velocità massima di 151 km/h ed uno 0-100 km/h in 16,9s. Anche se in città quasi non ci si fa caso, io consiglierei la versione turbo da 90 CV (135 Nm) che gode di quei 46 Nm di coppia in più che non guastano, portando lo 0-100 km/h ad essere coperto in 11,9s. Come alcuni di voi sapranno le auto con motore e trazione posteriori, come nel caso della Smart, soffrono di una certa sensibilità al vento laterale rendendo molto difficili le manovre di riallineamento se la coda perde aderenza. Questo problema aumenta se la vettura pesa circa una tonnellata ed ha le proporzioni “smilze”, perciò la Smart ora può vantare il sistema “Crosswind Assist” di serie che garantisce più sicurezza nell’eventualità di raffiche di vento.

Il doppiafrizione è ciò che mancava

Il nuovo cambio automatico doppiafrizione a 6 rapporti Twinamic costruito da Getrag, che dire, è ciò che mancava ad una citycar come questa per renderla perfetta. Confrontandolo con il vecchio robotizzato non c’è storia, cambiate interminabili con interruzioni di potenza fastidiose? Scordatevi tutto questo; tra l’altro la forfour  è la prima del segmento a montare questo tipo di cambio. Ora le donne che decideranno di comprare la versione automatica per avere più tempo ai semafori per truccarsi, non dovranno più pentirsi di non aver preso la manuale. Sono presenti anche 2 modalità: eco e sport. La prima, come è facilmente intuibile, serve per consumare  meno, cambiando automaticamente le marce a regimi più bassi; provando l’auto posso dire che è perfetta per la guida di tutti i giorni e sono sicuro che è quella che usereste di più. La seconda è una modalità più sportiva che cerca di utilizzare tutta la spinta del 999cc prima di “dargli” una marcia. Comunque se siete dei guidatori che “osano” un pò di più e pensate che la modalità sport faccia più al caso vostro, vi consiglio di acquistare le palette al volante per due semplici motivi: sono più divertenti e il sound di un motore 3 cilindri così piccolo a giri elevati ricorda molto un anziano in una Panda 750 Fire che ha paura di mettere la 3°, potrebbe creare un pò di imbarazzo.

Interni spaziosi e di qualità

Entrando per la prima volta nell’abitacolo si capisce sin da subito che, anche nella versione base, i materiali sono di buona qualità. La posizione di guida è comoda e la forma dei sedili con i poggiatesta integrati da senso di sicurezza e di protezione da colpi di frusta. E fa tanto “corsa”. Se avete una statura fuori dalla media potreste acquistare il pacchetto comfort a 276,81€ che comprende: sedili lato guida regolabile in altezza, piantone dello sterzo regolabile in altezza, retrovisori esterni termici regolabili elettricamente e cintura di sicurezza regolabile in altezza. Il portabagagli ha il fondo un pò alto a causa del motore che risiede li sotto, comunque abbattendo i sedili posteriori si può contare su un buon volume di carico di 975 litri. In ultimo, i finestrini posteriori presentano un’apertura a compasso.

PREZZI

La Smart forfour 70CV twinamic parte da 15.030€ (IVA e MSS incluse) per la versione youngster fino ad arrivare a 17.330€ (IVA e MSS incluse) per la versione prime. Se non vi interessa il cambio automatico dovete sottrarre 1.450€ che è il costo dello stesso. Mentre se siete interessati alla versione turbo da 90CV che consiglio caldamente (vedi sopra) dovrete sborsare altri 1.170€ da aggiungere ai rispettivi prezzi della 70CV twinamic. Per altre info, prezzi e per richiedere un preventivo vi rimandiamo al nostro listino.

CONCLUSIONE

La Smart forfour è l’auto perfetta per chi vuole una citycar senza particolari limitazioni e nello stesso tempo agile nell’eseguire le manovre in campo urbano. Il consumo è basso quindi non si può chiedere molto nelle prestazioni. Il comfort interno è maggiore di quanto ci si può aspettare e addirittura migliore di alcune vetture di segmento superiore. I freni sono efficaci come anche la tenuta di strada. Il prezzo è giustificato dalla qualità dei materiali.

PANORAMICA RECENSIONE
Design
8
Comfort
7.5
Prestazioni
6.5
Tenuta di strada
7.5
Freni
8
consumi
9.5
Prezzo
7