CONDIVIDI

LandWind, marchio automobilistico cinese che sicuramente pochi di voi conosceranno, ha appena presentato al Salone dell’auto di Guangzhou la LandWind X7. Questa vettura si presenta come un clone quasi perfetto della Range Rover Evoque, tant’è che è difficile distingerle. Non è la prima volta che succede un fatto simile a questo, già negli anni passati altri marchi asiatici hanno copiato note auto occidentali ma la cosa che fa scalpore è il fatto che sia stata presentata ad un salone dell’automobile in cui a pochi stand di distanza era presente la versione originale, ossia la Evoque.

Tutto ciò, come è facile pensare, ha fatto infuriare i vertici del gruppo Jaguar Land Rover, tra qui l’amministratore delegato Ralph Speth che ad un’intervista ha risposto così:

È sconcertante vedere copie del genere in Cina, non dovrebbe mai succedere. La proprietà intellettuale della Evoque è nostra e chi la infrange deve pagarne le conseguenze, in tutto il mondo. Siamo una società che ha fatto enormi investimenti in Cina, abbiamo piani di sviluppo precisi e fabbriche da aprire. Fatti simili mettono a rischio il business, dobbiamo trovare un rimedio. Non credo che il governo cinese sia contento di veder minata la credibilità del paese.

La LandWind X7, prodotta da una joint venture tra Changan Auto e Jiangling Motors Corporation, è equipaggiata da un propulsore 2.0 turbo da 190 cavalli abbinato a un cambio manuale a 6 rapporti oppure a un automatico a 6 velocità, ma non gode della trazione integrale che la Evoque può permettersi di sfoggiare. Il costo è di circa 17.500€ (al cambio attuale), molto più abbordabile in confronto ai circa 50.000€ che bisogna sborsare per portarsi a casa una Evoque. Ma come qualsiasi altra vettura se il prezzo è più salato possiamo aspettarci maggiore qualità e sicurezza, la LandWind sarà in grado di passare i test EuroNcap? e con quante stelle? La CV9, altra vettura dello stesso marchio, ricevette solamente 2 stelle.